Associazione culturale Teatro Due Roma | Polo di promozione e formazione

 



stupore_new.jpgWhatsApp_Image_2023-07-09_at_22.15.26.jpg
PHOTO-2023-12-02-13-51-10.jpgsala.jpgsala_danza.jpgsalal_vuota.jpg
fabrizi.jpg
c4601030-ba98-45ea-b146-ab77400c3c911.jpgcicalini.jpg
con il sostegno di
MiC-2021-Blu_orizontal_crop.jpg

 

STUPÓRE,  nei segmenti dedicati al tempo necessario, all’architettura del linguaggio, agli aspetti neuro scientifici, all’analisi del movimento, ad un possibile dispositivo scenico volto ad una restituzione finale, propone di affrontare secondo un criterio divergente e ampio i temi che la riflessione in merito ad una parola così nota e significativa suggerisce. La dimensione temporale, nella quale l’intero laboratorio  si svolge, 240 ore distribuite in 4 mesi da settembre a dicembre, pare essere la più opportuna ad accogliere le riflessioni e le possibili indagini che un lavoro di sparpagliamento prima e approfondimento poi, dei temi conosciuti e riconosciuti nel corso delle sessioni propone.

L’obiettivo del laboratorio consiste nel contribuire a definire il concetto di analisi per una lettura moderna di ogni materiale drammaturgico guardando con stupore, appunto,  al senso più canonizzato e irrigidito del testo, in favore di una nuova tessitura, autonoma, nella quale possano confluire, contemporaneamente, tutti gli elementi necessari.

Una strategia che non prevede particolari artifici scenografici, un’attenta definizione dei personaggi, un arioso svolgimento della vicenda, poiché il concetto che la legittima si articola nel senso del circoscrivere un luogo del pensiero, dell’abbandono, affrancato da possibili riferimenti psicologici.

All’attore che si presta a questo incontro, alla considerazione di un concetto estraneo alla propria formazione di attore performativo, e privo, a volte, di alcuni strumenti necessari per l’apprendimento e l’esercizio, si chiede di prestarsi con “meraviglia”, di contribuire alla definizione di questo luogo, creando una sua maschera di nudità, per così dire, biologica, e di confluire, naturalmente, nella tessitura, in un montaggio di passaggi e di rimandi, confrontandosi con la difficoltà di non avere punti di riferimento tradizionali se non quelli del proprio sentire e del proprio vedere.

Marco Lucchesi, Giampiero Cicalini, Giovanni Di Cicco, Franco Cordelli, Eugenio Barba, affronteranno le proposte insieme al gruppo che si formerà.

Il laboratorio è gratuito, con selezione iniziale  tramite audizioni – rivolto ad attrici e attori (under 30) che abbiano assolto l’obbligo di istruzione e di formazione presso Scuole d’Arte riconosciute, nazionali ed internazionali.  Sono previste Borse di Studio, in misura da definire all’inizio dell’attività, per i partecipanti che seguiranno l’interno corso (è concessa una limitata percentuale di assenze concordate).

L'attività di preparazione e svolgimento partirà a febbraio 2023 e si svolgerà fino a dicembre 2023. Le ore frontali saranno concentrate principalmente nei mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2023.

 

 

 

 

 

 

Newsletter

Collaborazioni 2010/2021

 

 StreamRisorsa.png MAXXI_LOGOTIPI_FONDAZIONE_POS_03_ROSSO_preview.png
civica_teatro_rgb.jpg
 maxresdefault.jpg  teatro-quartieri-dellarte-800x381.jpg  eu-405x442.jpg
 logo sapienza
AGF-l79YEDNlLbHOYQGTMG7iy8-EgUPSnkObnuYt7gs900-mo-c-c0xffffffff-rj-k-no.jpg
treccani-982x540.jpg
 img.jpg Immagine-5.png  biblioteche. di roma

Login

Teatro Due Roma utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Accettando o scorrendo la pagina, acconsenti all'uso dei cookie.