100 POSTI IN EQUILIBRIO TRA CULTURA E CULTURE      

Teatro Due Roma | Teatro stabile d'essai

teatro due roma - accessibile


collaborAZIONI: il World Wide Lab a Roma / settembre 2014

 

logo-wwl.jpg

Ideato, prodotto ed organizzato da KIT Italia e Kairos Italy Theater, collaborAZIONI è un progetto a lungo termine teso a stimolare l’incontro fra artisti internazionali sulla base di percorsi comuni. Dal 15 settembre al 12 ottobre 2014 ha ospitato a Roma il World Wide Lab, gruppo internazionale di 12 registi originari di 9 paesi diversi, in una manifestazione che prevede la condivisione del processo creativo e la concretizzazione del lavoro in un momento di compartecipazione aperto al pubblico.

Il progetto si è basato su 5 testi inediti, diretto collettivamente dai 12 registi del WWL e frutto di tre settimane di laboratorio gratuito con cast internazionale.

Orly Noa Rabinyan e Laura Caparrotti nel ruolo di direttori artistici coordineranno il lavoro degli altri 10 registi che, organizzati in coppie, hanno prodotto 5 mise en espace idealmente unite a comporre un unico spettacolo, presentato al pubblico dal 7 al 12 ottobre.

Il progetto è stato  documentato dai partecipanti al workshop di fotografia di scena, curato da 42mm – Associazione di arti fotografiche, che ha documentato la manifestazione con una mostra conclusiva.

Un evento speciale ha introdotto inoltre lo spettacolo derivato dal workshop caLABria, in programma a Pizzo Calabro dal 25 agosto al 12 settembre, sempre nell’ambito di collaborAZIONI. Realizzato dalla direzione artistica del WWL (Laura Caparrotti e Orly Rabinyan) con il coinvolgimento di un autore e 4 attori locali, è stato prodotto grazie al supporto dell’Assessorato alla Cultura della Città di Pizzo Calabro e dall’Ufficio di Affari Culturali di Israele in Italia.

Paesi coinvolti: Italia, Israele, Grecia, Gran Bretagna, Germania, Taiwan, India, Canada, Stati Uniti, Corea del Sud.

 

L’edizione di Roma è stata realizzata in partnership con il Teatro Due Roma teatro stabile d’essai, con 42mm – Associazione di Arti Fotografiche, le Scuderie Villino Corsini e il Teatro Biblioteca Quarticciolo.

 

CALENDARIO SPETTACOLI

7-12 ottobre

 

DISTRUZIONE E RINASCITA
7 e 9 ottobre
ore 21.00 Programma A
8 e 10 ottobre
ore 21.00 Programma B
11 ottobre
ore 17.00 Programma A
ore 21.00 Programma B
12 ottobre
ore 17.00 Programma B
ore 21.00 Programma A

 

Programma A
Alien Attack! di Sophie Reyer, idea originale e regia Jay Stern (USA) e Chang Nai Wen (Taiwan/Germania), con Francesco Andolfi, Ketty Di Porto, Marcello Paesano, Laura Rovetti
Kua Fu dalla leggenda cinese Delle montagne e dei mari, adattamento e regia Laura Tesman (USA) e Jocelyn Youchia Chang (Taiwan), con Francesco Meola
Imperium testo e regia Evan T. Cummings (USA) e Esther Jun (Canada), con Francesco Meola, Marcello Paesano, Nicole Pyrathon, Laura Rovetti

 

Programma B
Young Lear da King Lear di William Shakespeare, adattamento e regia Ioli Andreadi (Grecia/UK) e Annie G. Levy (USA), musiche Erato Kremmyda, con Francesco Andolfi, Ilaria Ambrogi, Alessia Giangiuliani, Nicole Pyrathon, Mauro Santopietro
Lion in the Streets di Judith Thompson, regia Vidhu Singh (India/USA) e Evan Tsitsias (Canada/USA), con Ilaria Ambrogi, Ketty Di Porto, Alessia Giangiuliani, Francesco Meola, Laura Rovetti, Mauro Santopietro

 

I REGISTI

Laura Caparrotti (ITALIA/Roma – USA/New York) – Attrice, regista, produttrice, giornalista, insegnante, collabora con importanti produzioni americane e ha alle spalle un lavoro di attrice e assistente alla regia in Italia. Nata, cresciuta e laureatasi a Roma, è fondatrice e direttrice artistica di Kairos Italy Theater, la compagnia teatrale italiana di New York. E’ direttrice artistica di In Scena!, Festival di teatro italiano a New York, membro del Lincoln Center Theater Directors Lab, della Stage Directors and Choreographers Society e delle Lega delle Donne Professioniste di Teatro. Collabora con il canale televisivo HBO per la serie Boardwalk Empire.

Orly Noa Rabinyan (ISRAELE/Tel Aviv) – Regista formatasi fra Londra e Israele, ha diretto la prima israeliana di If there is I haven’t found it di Nick Payne e quella londinese di Honeypot di Julia Pascal. Ha adattato L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello per uomo, donna e piano. Ha ricevuto l’Habima Award for Entrepreneurship in the Theatre per la regia in Inghilterra di un testo politico co-prodotto da Israel’s Habima e dal London’s National Theatre. E’ membro del Lincoln Center Theater Directors Lab e alumna dell’America Israel Cultural Foundation. Come doppiatrice e narratrice presta la voce agli audio-book. Per la radio ha scritto Danny and Sunita per due voci e due colori.

Ioli Andreadi (GRECIA/Atene – UK/Londra) – Regista ed autrice teatrale greca con base a Londra. I suoi lavori sono stati presentati ad Atene, Londra, New York e Berlino.

Jocelyn Youchia Chang (TAIWAN/Taipei) – Regista, autrice e curatrice di opere teatrali con base a Taipei. Dal 2009 è direttrice artistica del ESP-I Performing Arts Group a Taiwan.

Chang Nai Wen (TAIWAN/Taipei – GERMANIA/Berlino) – Regista, attrice, consulente interculturale per teatro, cinema e arti performative. Formatasi a Taiwan e in Germania, ha fondato una piattaforma produttiva per reclutare artisti interdisciplinari.

Evan T. Cummings (USA/New York) – Formatosi a Rochester, NY, vive a New York City e lavora in tutto il nordest degli Stati Uniti. E’ membro di LAByrinth Theater Company, Ego Actus, e Dalliance Theater Company.

Esther Jun (CANADA/Toronto – COREA del sud) – Formatasi come attrice a New York, si diploma in regia al Drama Centre London (2006). Dal 2010 è membro del Lincoln Center Directors Lab e fondatrice Directors Lab North (Toronto, Canada).

Annie G. Levy (USA/New York) – Regista ed artista newyorkese, crea spettacoli che esplorano la mitologia personale, l’identità nazionale e l’impegno civico registrando quanto avviene nell’ambiente cittadino e mondiale circostante.

Vidhu Singh (INDIA/New Dehli – USA/San Francisco) – Regista ed autrice teatrale indiana di base a San Francisco. La sua ultima produzione è stata selezionata per il National Asian American Theater Festival 2011. Ha un Master in Arte Drammatica (University of California at Santa Barbara) e un dottorato presso la University of Hawaii at Manoa’s Asian Theater Program.

Jay Stern (USA/New York) – Regista e produttore cinematografico, teatrale e radiofonico. Ha lavorato con teatri Off-Broadway e diretto oltre trenta corti cinematografici (USA e Canada) e tre lungometraggi. E’ il co-creatore di Iron Mule Comedy Film Series, serie di grande successo dedicata ai corti comici, ora al suo undicesimo anno.

Laura Tesman (USA/New York) – Regista, attrice e autrice teatrale, fondatrice e co-direttrice artistica dello Spleen Theatre (www.spleentheatre.org) e del Pangaea Performance Ensemble (www.pangaeanyc.org).

Evan Tsitsias (CANADA/Toronto) – Regista, produttore, autore e performer. Un suo corto è stato proiettato al CBC and DC Shorts Film Fest. E’ Direttore Artistico e co-fondatore del Directors Lab North.

Per le iscrizioni del Workshop di Fotografia di Scena e Reportage Teatrale tenuto da 42mm è possibile consultare il sito http://www.42mm.it/workshop/workshop-fotografia-di-scena-e-direportage-teatrale/

 

 

collaborAzioni: cos'é

 

collaborazioni_logo_circle-def_roma_web.jpg

 

E’ un progetto a lungo termine teso a stimolare l’incontro fra artisti internazionali (registi, attori, drammaturghi, musicisti, scenografi, costumisti...) che, lavorando in uno spazio comune, su tematiche condivise e in un tempo dato, sono chiamati a tradurre in azioni sceniche multi-linguistiche e multi-culturali la complessità e l’eterogeneità delle proprie diverse formazioni. Ogni evento prodotto nell'ambito di Collabor-AZIONI prevede la condivisione del percorso creativo degli artisti e la concretizzazione del loro lavoro in un ulteriore momento di compartecipazione aperto al pubblico.

 

Mission
Il progetto nasce dalla volontà di proporre in diversi paesi del mondo una serie di eventi finalizzati a:
• Favorire l’incontro, le relazioni e l’integrazione fra comunità artistiche a livello internazionale
• Incentivare il dialogo e lo scambio tra culture e lingue diverse
• Costruire una rete artistica internazionale che sia potenziale base per future interazioni
• Valorizzare la nuova drammaturgia favorendo la diffusione di testi originali ed inediti
• Premiare i talenti under35 promuovendone il lavoro in un contesto artistico internazionale
• Enfatizzare una visione interdisciplinare e collettiva dell’arte
• Proporre eventi a “impatto zero”, favorendo comportamenti ecocompatibili ed ecosostenibili
• Coinvolgere attivamente il territorio del teatro ospitante in tutte le fasi creative attraverso incontri volti ad incentivare l’apertura ai rapporti internazionali in aree ancora poco proiettate oltre i propri confini geografici


La rete internazionale
Collabor-AZIONI può contare su una serie di rapporti internazionali già ampiamente consolidate dal lavoro della KIT Italia negli anni di partenariato con la Kairos Italy Theater di New York. La rete di relazioni include ad oggi Italia, Israele, Grecia, Gran Bretagna, Germania, Taiwan, India, Canada, Stati Uniti, Corea, Brasile, Francia, Olanda, Cina, Messico.

 

 

A chi si rivolge
Collabor-AZIONI costituisce un motivo di interesse per una variegata tipologia di destinatari, coinvolgibili a vario titolo nella fruizione della proposta in tutte le sue fasi. In particolare:
• Comunità straniere presenti sul territorio, soprattutto in riferimento ai paesi coinvolti
• Licei, istituti superiori e Università (soprattutto facoltà linguistiche ed umanistiche, con particolare riguardo alle lauree in discipline dello spettacolo)
• Accademie e scuole di teatro, Compagnie Stabili
• Accademie di Belle Arti, scuole di musica, fotografia e video
• Scuole di lingua, traduzione ed interpretariato

 

Organizzazione
Collabor-AZIONI è una manifestazione ideata, prodotta ed organizzata dalla KIT Italia in partnership con la Kairos Italy Theater di New York.
Le altre forze in campo
Accanto alle energie organizzative della KIT Italia e di Kairos Italy Theater, molti saranno i partner che, a vario titolo, condivideranno di volta in volta il percorso e le finalità dell'evento specifico, contribuendo alla creazione di una rete di ulteriori collaborazioni, secondo la filosofia del progetto.
In particolare:
• Ambasciate, Istituti di cultura e altri Organismi Istituzionali dei paesi coinvolti
• ONG ed ONLUS, coinvolte a seconda del fil rouge tematico scelto
• Associazioni di promozione sociale attive sul territorio di destinazione dell'evento che abbiano il fine di accrescere percorsi di conoscenza, scambio e partecipazione
• Associazioni culturali collegate al settore musicale, teatrale, artistico, letterario, cinematografico e culturale in genere


IL PRIMO EVENTO: WORL WIDE LAB, ROMA 2014
Il primo evento nell’ambito di collabor-AZIONI, ideato, prodotto ed organizzato da KIT Italia in partnership con Kairos Italy Theater e con il Teatro Due Roma - teatro stabile d’essai, porta per la prima volta a Roma il lavoro laboratoriale del World Wide Lab, gruppo composto da dodici registi provenienti da tutto il mondo. Nato a New York, il World Wide Lab ha nella collabor-azione il suo punto di partenza e di forza.
KIT Italia, Kairos Italy Theater e il Teatro Due Roma - teatro stabile d’essai, rispondendo alla filosofia di Collabor-AZIONI, cooperano per realizzare il WWL a Roma, nell’autunno 2014. Le tre realtà uniscono le proprie esperienze e condividono il proprio know-how per costruire insieme un evento di portata internazionale, gettando le basi per un ampio network di contatti e relazioni professionali.
KIT Italia - Nata nel 1996, opera con l'obiettivo di incentivare lo scambio culturale fra Italia e USA e il dialogo fra le comunità artistiche internazionali. KIT Italia ha, negli anni, presentato varie prime americane, come Gli Esonerati al Fontanone e Sister, Cousin, Aunt al Teatro Due. Collabora attivamente con Kairos Italy Theater e con Mare Nostrum Elements, entrambe compagnie newyorkesi. Insieme a questi partner, KIT Italia ha presentato varie prime teatrali a New York e nel 2013 ha organizzato In Scena! il primo Festival Teatro Italiano nei cinque distretti della città. Inoltre offre lavoro di traduzione e adattamento testi teatrali in inglese e viceversa, collabora con produzioni di terzi ed agisce come liaision culturale tra Festival, Organizzazioni e Istituzioni Internazionali.

 

 

Kairos Italy Theater – La compagnia di teatro italiano a NY, in residenza presso la Casa Italiana Zerilli-Marimò at NYU, riconosciuta come riferimento del Teatro Italiano a livello internazionale, nasce nel 2000 a New York per creare uno scambio culturale tra Italia,
Stati Uniti e comunità internazionale. Ha realizzato oltre 20 produzioni collaborando con teatri Off-Off e Off-Broadway e con istituzioni come The Fringe Festival, Film Society at Lincoln Center, il Consolato Generale d’Italia e gli Istituti Italiani di tutto il mondo. Ha introdotto opere di Flaiano, Franca Valeri, De Filippo e Pasolini, presentato il Festival di teatro italiano In Scena!, fondato Teatro Italiano Network, agenzia teatrale internazionale.
Teatro Due Roma - teatro stabile d’essai – Nasce nel 1985 sotto la direzione di Marco Lucchesi con l’intento di svolgere sul territorio una funzione sociale di presidio civico e culturale come centro di ospitalità, produzione e promozione della drammaturgia contemporanea di impegno civile e letterario. In quasi 30 anni di operatività, la struttura ha ospitato più di 200 spettacoli tratti da opere di autori italiani viventi e la rassegna Sguardi
S-velati: punti di vista al femminile, giunta al 4° anno, ha coinvolto nei primi tre oltre 30 giovani compagnie. Oltre a sollecitare la valorizzazione artistica delle opere, lo spazio offre alle formazioni più giovani l’opportunità di professionalizzare le proprie competenze organizzative, tecniche ed amministrative. Nell’ottica di fornire sostegno allo sviluppo dell’Arte Scenica in tutte le sue componenti, si propone inoltre come “laboratorio” in cui
sviluppare prove, idee ed incontri con il pubblico, accogliendo proposte intellettualmente stimolanti al fine di facilitarne la circuitazione verso importanti contesti nazionali ed internazionali.


Il World Wide Lab
Il WWL è un gruppo di 12 registi originari di 10 paesi diversi che fanno della collaborazione artistica la loro specifica missione. Nasce nel 2010 in seguito al Director’s Lab at Lincoln Center Theater di New York che prevede l’incontro di ben 70 registi di provenienza mondiale chiamati a collaborare tra loro per un periodo di tre settimane. Dopo quell’esperienza, i 12 registi formano un sottogruppo stabile (il World Wide Lab) con
l’obiettivo di continuare a lavorare su nuovi progetti e di fare uscire dall’isolamento la figura del regista costringendolo a cooperare con altri artisti. Nell’Ottobre 2011 il WWL viene invitato a lavorare sul progetto di collaborazione artistica presso il centro Watermill di Bob Wilson e nel 2012 entra a far parte della famiglia dell’Irondale Arts Center a Brooklyn, dove nasce il primo esperimento di tre settimane di “laboratorio di collaborazione” con un cast internazionale di attori: il risultato finale è la presentazione al pubblico di alcuni momenti teatrali creati da due o tre registi di 6 minuti. Nel 2013 il Worl Wide Lab accede, fra gli altri, al prestigioso finanziamento per le arti Theater Global Communication e ripete l’esperienza presso l’Irondale in maniera più strutturata presentando al pubblico 6 momenti teatrali di mezz’ora l’uno. Nel 2014 il WWL è il testimonial del progetto Collabor-Azioni a Roma. Inizia così il tour del WWL presso tutti i paesi rappresentati dai registi.
Le prime tappe del WWL hanno prodotto una ricca rassegna stampa internazionale, di cui proponiamo un breve ma significativo estratto in allegato.


Sede
Teatro Due Roma teatro stabile d’essai – Vicolo dei Due Macelli, 37 – 00187 ROMA
Date
L’evento si è svolto dal 15 settembre al 12 ottobre 2014, durante l’ultima settimana è stato aperto al pubblico.

 

Struttura
Tenendo fede alla struttura del World Wide Lab, a Roma si incontreranno 12 registi provenienti da 10 paesi diversi con lo scopo di lavorare insieme per 4 settimane su 5 testi teatrali, scelti fra autori degli stessi paesi coinvolti in base ad una tematica concordata.
Due dei registi agiranno da direttori artistici mentre gli altri 10 collaboreranno, a coppie, a una messa in scena assolutamente libera nella forma e nello stile, ispirata a uno dei testi selezionati. Parteciperà al laboratorio una compagnia di attori costituita da 15 elementi di cui 8 italiani e 7 delle altre nazionalità rappresentate nel Lab. Il lavoro produrrà 5 mise en espace, della durata massima di 30 minuti, che verranno presentate al pubblico durante la settimana conclusiva dell’evento (7-12 ottobre). Le mise en espace verranno proposte in due programmi, presentati a serate alterne o nell’ambito di un unico giorno.


Paesi coinvolti
Italia, Israele, Grecia, Gran Bretagna, Germania, Taiwan, India, Canada, Stati Uniti, Corea del Sud.


Direttrici artistiche

 

LAURA CAPARROTTI (ITALIA/Roma – USA/New York) - Attrice, regista, produttrice, giornalista, insegnante, collabora con importanti produzioni americane e ha alle spalle un lavoro di attrice e assistente alla regia in Italia. Nata, cresciuta e laureatasi a Roma, è fondatrice e direttrice artistica di Kairos Italy Theater, la compagnia teatrale italiana di New York. E’ direttrice artistica di In Scena!, Festival di teatro italiano a New York, membro del Lincoln Center Theater Directors Lab, della Stage Directors and Choreographers Society e delle Lega delle Donne Professioniste di Teatro. Collabora con il canale televisivo HBO per la serie Boardwalk Empire.


ORLY NOA RABINYAN (ISRAELE/Tel Aviv) – Regista formatasi fra Londra e Israele, ha diretto la prima israeliana di If there is I haven’t found it di Nick Payne e quella londinese di Honeypot di Julia Pascal. Ha adattato L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello per uomo, donna e piano. Ha ricevuto l’Habima Award for Entrepreneurship in the Theatre per la regia in Inghilterra di un testo politico co-prodotto da Israel’s Habima e dal London’s
National Theatre. E’ membro del Lincoln Center Theater Directors Lab e alumna dell’America Israel Cultural Foundation. Come doppiatrice e narratrice presta la voce agli audio-book. Per la radio ha scritto Danny and Sunita per due voci e due colori.


Eventi collaterali
Secondo la fondamentale filosofia di Collabor-AZIONI, la manifestazione del WWL si riconosce in una struttura inclusiva e collaborativa aperta. Per questo nel reclutare alcuni ruoli collaterali ma funzionali all’evento coinvolge profili artistici e tecnici ancora in formazione, promuovendone il contatto con maestranze professionali e l’introduzione in un contesto internazionale.
Concorso - Gli scenografi e i costumisti verranno scelti fra gli artisti under35, tramite bando di concorso. Gli artisti avranno la possibilità di lavorare in un ambiente internazionale, diverso da quello propriamente italiano, facendosi nello stesso conoscere da registi provenienti da tutto il mondo. Si ipotizza, ad oggi, l’utilizzo di materiali di riciclo e soluzioni a zero impatto ambientale.
Conferenza internazionale – Qual’e’ il senso e lo stato del teatro in Italia e nelle altre nazioni presenti nel WWL? La crisi è ovunque o solo in alcuni paesi? Questa crisi, quando c’è, come viene superata? La collaborazione serve a uscire da una crisi? E’ necessario collaborare al di fuori dei confini del proprio teatro? Queste e altre domande sono al momento prese in considerazione per la costruzione di una conferenza che veda
protagonisti addetti ai lavori italiani e i registi internazionali presenti al WWL. Pubblico:
Addetti ai lavori, amministratori, studenti, pubblico generico.
Seminari – I registi ospiti porteranno la loro esperienza fra gli studenti di teatro della Capitale. Incontri specifici su: situazione del teatro in ciascun paese presente conconclusivo scambio di contatti utili; metodologie di regia e di training per la recitazione.

Seminari sugli autori e sulla traduzione verranno condotti dagli autori stessi, e dai traduttori, se presenti. E’ prevista la possibilità di tenere seminari dedicati a paesi specifici presenti nella manifestazione.
Workshop fotografico - Un workshop dedicato alla fotografia di scena, rivolto a fotografi professionisti o amatoriali che abbiano già maturato una buona esperienza fotografica, sarà tenuto dall’Associazione di Arti Fotografiche 42mm e produrrà la documentazione ufficiale della manifestazione
Workshop video - E’ previsto un secondo workshop finalizzato alla realizzazione di un video documentaristico della manifestazione Mostra - Per condividere con il pubblico anche la fase laboratoriale del progetto e dare visibilità al lavoro prodotto con i workshop, durante la settimana di repliche verrà allestita negli spazi del teatro una selezione degli scatti effettuati durante le settimane di lavoro precedenti agli spettacoli.

 

CALENDARIO EVENTI

Social Networks

 

 

WEB d'essai

Newsletter

Login

Teatro Due Roma utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Accettando o scorrendo la pagina, acconsenti all'uso dei cookie.